Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Genetica dello sviluppo in mais  

I semi sono importanti per la nostra economia e oltre a questo, costituiscono un sistema eccellente per lo studio dei meccanismi molecolari che sottendono allo sviluppo della pianta. In mais il seme comprende due comparti principali, l’embrione e l’endosperma, che nonostante l’origine comune, mostrano due programmi di sviluppo completamente diversi. A maturità l’embrione è paragonabile ad una pianta in miniatura e comprende i due meristemi, apicale e della radice. L’endosperma, che è la maggior parte del seme, immagazzina proteine e amidi. Il nostro contributo allo studio del seme e della pianta si basa su un approccio di genetica diretta, in altre parole sull’isolamento di fenotipi mutanti. Rispetto allo sviluppo del seme siamo particolarmente interessati ai geni che, se mutati, conferiscono il fenotipo empty pericarp con una forte riduzione dell’endosperma. Per quanto riguarda l’architettura dell’embrione e della pianta, ci siamo concentrati sullo studio della funzione di geni regolatori, fra questi un fattore di trascrizione di tipo myb e un gene dicer-like coinvolto nella biosintesi di una classe di piccoli RNA i trans-acting small interfering RNAs (ta-siRNA).

 

 

Responsabile e afferenti

  • Prof.G.Consonni
  • Dott.M.Persico
Torna ad inizio pagina