Logo Università degli Studi di Milano



 
 

Generazione della biodiversità a seguito di pratiche agricole  

La ricerca si concentra sui meccanismi evolutivi ed ecologici che generano la diversità biologica, nonché sui mezzi che ne permettono la conservazione a lungo termine, con un’enfasi sulla biodiversità vegetale che deriva dalle attività di pascolo e sfalcio in ambienti gestiti con pratiche agricole tradizionali. La ricerca comprende lo sviluppo di tecniche e procedure per la germinazione e la coltivazione ex situ di piante autoctone rare di difficile propagazione; la sperimentazione condotta ha permesso la stesura di protocolli di coltivazione ad hoc, ed interventi pratici di rafforzamento delle popolazioni in natura.


Ho svolto un ruolo chiave nello sviluppo di diverse teorie ecologiche inerenti le modalità di generazione della biodiversità e l’ecologia delle comunità, comprese la universal adaptive strategy theory e il twin-filter model of community assembly (http://eu.wiley.com/WileyCDA/WileyTitle/productCd-0470674822.html). Sono stato coinvolto nella scoperta dei limiti di forma e funzione delle piante attraverso l’analisi del più completo dataset di caratteri funzionali vegetali mai assemblato a livello mondiale (www.nature.com/nature/journal/v529/n7585/abs/nature16489.html). Questa ricerca ci aiuta a capire quali combinazioni di caratteri vegetali sono possibili, evidenzia sia le influenze reciproche di parametri economicamente importanti (es.  resa in semi,  produzione di biomassa), sia i limiti naturali di questi caratteri nel mondo vegetale.

 gentiana

Foto: La genziana mettimborsa (Gentiana pneumonanthe) in una prateria umida con Molinia su terreno torboso, a Soave (Mantova) durante il Progetto FraGenziane (Fondazione Cariplo: Dr. Simon Pierce).

Responsabile e afferenti

  • Prof.Simon PIERCE.

Progetti

Torna ad inizio pagina